Virus Zika, una minaccia portata dalla zanzare tigre

Allarme: “il virus Zika si sta diffondendo in modo esplosivo”. Lo ha affermato a Ginevra Margaret Chan, direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), durante un incontro informativo sull’emergenza legata al virus con gli Stati membri.

Per l’Oms ci potrebbero essere 3-4 milioni di contagiati dal virus Zika nel continente americano. Solo nel primo mese del 2016, in Brasile sono stati stimati oltre 3.500 casi di microcefalia nei neonati, la conseguenza più grave del contagio. Infatti, i sintomi del virus Zika assomigliano ad una forte influenza — con eruzione cutanea e arrossamento degli occhi — e la malattia non è trasmissibile da uomo a uomo. Tuttavia, donne in gravidanza contagiate rischiano una malformazione e problemi di sviluppo nel cervello del feto. Il virus è trasmesso da diverse zanzare come l’Aedes aegypti e la zanzara tigre.

Il virus Zika: i ricercatori dell’Istituto Pasteur della Guyana hanno decifrato integralmente il genoma (DNA) del virus Zika (studio pubblicato il 7 gennaio 2016 sulla rivista Lancet). Il virus è stato isolato per la prima volta nel 1947 nella foresta di Zika in Uganda, ma nello scorso anno è apparso per la prima volta in Brasile e in altri paesi sudamericani, come la Colombia, il Messico, il Venezuela, il Paraguay e il Chile. l’Istituto Pasteur ha avviato alcuni progetti di ricerca per approfondire l’origine e la correlazione della microcefalia nei neonati.

La diffusione del virus Zika rende sempre più urgente eliminare le zanzare che lo trasmettono e proteggersi dalle punture soprattutto nelle zone dove sono attivi i focolai.

Nutrilen zanzare, spray a base di Zanthalene®, olio essenziale di Coriandolo e Lavanda, Lendum palustre e olio di Neem e particolarmente efficace contro la zanzare tigre.